Recensione: “Voices Are Not Enough” il nuovo EP targato SIEGE & STEVE EXPERIENCE

Voices Are Not Enough è il nuovo EP, rilasciato il 23 Dicembre, del freschissimo gruppo Siege & Steve Experience, frutto della collaborazione tra gli ormai noti deathsters Siege
(Rob, Jesus, Angel) ed il chitarrista Stefano “Steve” Chiurlo.

Una fusione d’intenti nata dall’esigenza di quest’ultimo che, come spiegano i Siege in una recente dichiarazione, “…aveva bisogno di una band per completare le registrazioni di due canzoni…” a cui i tre hanno semplicemente risposto “perchè no!”
E’ anche vero che soffermarsi troppo su simili premesse caratterizzerebbe Siege & Steve Experience come esperimento estemporaneo e passeggero, offuscando invece tutto il valore
che solo l’ascolto dei due brani in questione potrà rendere chiaro.

Basterà allora premere play per lasciarsi tutto alle spalle, abbandonare se stessi e finire intrappolati nelle maglie di un groove impetuoso e travolgente, tra melmose fanghiglie Sludge
e scazzottate NuMetal, crossoverato col Grunge più fetido: questa è “Not Enough“.
Provare a descriverla non sarà mai abbastanza – come da titolo, appunto – perchè la sua è una natura anfibia, ora strisciante in mezzo alla calda terra polverosa e un attimo dopo piacevolmente immersa a mimetizzarsi nelle verdi, stagnanti acque di un torbido fondalelacustre.

Concepita come song più lineare della precedente, “Voices” – la seconda traccia dell’EP – non lascia spazio ad ambiguità. E’ l’esplosione di una ribellione che prende il  sopravvento sul pensiero, seguendo come unico istinto uno Stoner/Groove reso malato da un’endemia pervasiva che si accanisce su tutti gli strumenti: dalla voce subito urlata di Rob, al basso lodevolmente deviato di Jesus, contaminando la chitarra sia in fase ritmica, sia nel solo (da far accapponare la pelle) mentre il furioso Angel percuote l’intero set come un forsennato, fino a che l’effetto della vivifica iniezione di adrenalina non lascerà spazio ad altro se non al silenzio e ai brividi da esaurimento energetico.
Voices Are Not Enough è un’esperienza sonica sfibrante al limite della sopravvivenza per chi lo ascolta, ma la sua vera forza risiede nel tentativo – a nostro parere riuscito – di dare nutrimento ad un genere ormai inflazionato.

E mentre tanti altri si limitano solo ad accaparrare passivamente ciò che esso offre, i Nostri Siege & Steve Experience ne traggono rispettosamente il giusto spunto, per restituirne infine un’immagine più ricca ma essenzialmente incontaminata.

Gianfranco Catalano, Noirocker.it