Intervista ai trapanesi ERMETICA Electro Industrial Metal

La band del Trapanese ha una formazione essenziale, composta da batteria, basso, chitarra, voce e synth che dal 2016 ha lavorato sui primi brani inediti dopo aver accantonato un progetto di Tributo alla teutonica band dei Rammstein.

Sono venuti a trovarci in redazione e a loro abbiamo fatto alcune domande riguardo questo interessante nuovo progetto.

– Ciao ragazzi, inizio con una domanda forse scontata, come nasce il progetto ERMETICA?

Il progetto, se di progetto possiamo parlare, non nasce, semplicemente “viene” fuori dal bisogno di creare qualcosa di proprio. La spinta emotiva, la ricerca identitaria di qualcosa di intimo ci ha stimolato a sperimentare utilizzando l’elettronica unita a riff scarni ma taglienti.
Abbiamo pensato che i virtuosismi fanno parte di una élite di professionisti, ma la musica, come ogni forma artistica, non ha solo bisogno di “professionisti”, ha bisogno di fantasia, espressività, in altre parole ha bisogno di “energia vitale” tipica dell’essere umano.
ERMETICA è il seme di qualcosa che può crescere ovunque, è un’idea, un insieme di percezioni che vuole permeare la mente altrui. Un’influenza che cavalca un mucchio di frequenze e nel suo piccolo è anche un curioso spettacolo da vedere, oltre che da ascoltare.

– Siete stati un po in giro, diverse partecipazioni a contest e live in diversi locali della Sicilia occidentale, vi chiedo, quando è nata l’idea di un progetto originale che potesse mettere a fuoco le vostre intenzioni e le vostre inclinazioni musicali?

L’idea è nata circa un paio di anni fa e continua fermamente, siamo prossimi all’incisione di un album composto da 10 brani. Ci sono voluti due anni passati a sperimentare, intuire e creare e perché no, anche cancellare e comprendere accettando i nostri limiti.
Produrre musica, pensarla, assemblarla è una delle esperienze più belle che un musicista possa fare. Ancora oggi, a distanza di due anni, eseguire un brano ci fa sentire vivi, creatori di qualcosa di “nostro” che ci rappresenta e questa sensazione ci fa ben sperare, perché evidentemente i nostri pezzi “funzionano”

– Mi rendo conto che non è semplice riuscire ad affermarsi in un territorio che definerei “ostico” per una band che si affaccia ad un progetto musicale del tutto nuovo e sperimentale. Come affrontate giornalmente questo aspetto?

Come band locale in un paesino di provincia siciliano, affrontiamo le concrete difficoltà che ogni piccolo progetto “casalingo” si trova a dover fronteggiare, un contesto sociale che oseremmo definire abbandonato a se stesso, povero ormai di materiale umano, povero economicamente e probabilmente anche di speranza. Ma è proprio nei momenti più bui che bisogna darsi da fare per non soccombere e noi non abbiamo alcuna intenzione di fermarci.

– Cosa suggerite a chi come voi ha voglia di intraprendere una nuova esperienza musicale?

Se qualcuno dovesse chiederci cosa potrebbe servire ad una band relativamente giovane con tanta voglia di sperimentare, creare, diffondere al pubblico, oseremmo dire che c’è bisogno di collaborazione, coesione sociale, voglia di mettersi in gioco, in altri termini di gente come i NOIROCKER che nel loro piccolo, ma per certi versi affini al nostro modo di vedere, affrontano le stesse identiche criticità con le quali il nostro progetto deve misurarsi.

– Grazie, davvero lusingato da questo bel complimento…anche se devo ammettere che anche per noi non è semplice,  cerchiamo in qualsiasi modo di mettere in pratica le nostre idee e di  portare avanti le nostre iniziative continuando sempre con tenacia nella nostra missione. Divulgare il verbo del ROCK e dare importanza e visibilità a gente che come voi si dedica con passione e sentimento alla musica. Ricordiamo a tutti che sarete presenti sul palco del NOIROCKERCAMP III il prossimo 15 giugno a Santa Ninfa

Certamente, sarà una grande occasione e sicuramente un momento musicale che cercheremo di vivere con molto entusiasmo. Ciao e grazie!

– Ciao e grazie ragazzi !

 

Biografia:
Il Gruppo Ermetica nasce col nome Tzustein, cover band dei Rammstein, nel 2012 e rimane attiva nel contesto musicale del Trapanese (Sicilia) ricevendo plauso e complimenti dal pubblico in ogni esibizione.
Con una frequenza di esibizioni medie di 5/6 annuali la Band mantiene un caloroso rapporto con i propri fan senza apparire onnipresente o dare l’impressione di essere scontata.
Nel Giugno del 2016 la band vince il premio come “Miglior Voce” nel contest Musicale “Rock festival” della città di Partanna (TP). il premio va a qualificare non solo il cantante frontman della Band, ma soprattutto la sinergia della Band che unita riesce ad esprimere emozioni con la propria interpretazione.
Nel settembre del 2016 il gruppo decide di dare una svolta personale alla propria evoluzione musicale e converte il nome Tzustein in “Ermetica” ad indicare il senso criptico dei testi e la ben poco chiara appartenenza ad un qualche genere musicale.
Il mix di Suoni digitali e linee minimali di chitarra e del basso, testi cantati ed interpretati in lingua italiana qualificano il contenuto del progetto.
L’ispirazione dei pezzi arriva dalla band teutonica, ma anche dalla musica technodance anni 90.
Forti di una bella presenza scenica gli Ermetica sono alla prima esperienza con il loro primo prodotto inedito composto da 10 brani di futura registrazione e distribuzione.
Vi invitiamo a visionare, nella pagina, gli album fotografici che immortalano alcune delle nostre performances ed ascoltare i contenuti video!

Line Up

Voce e testi: Edoardo Spina
Chitarre: Davide Lentini
Batteria e basi: Vito Bellafiore
Basso: Dario Biondo (DM)

 

Commenta